Ultima modifica: 5 Giugno 2019

“Il Parco, se lo conosci lo curi”

Un nuovo progetto dell’Ipssar Mattei Vieste, alle classi di Accoglienza proposto dal Dirigente Scolastico, Paolo Soldano. Da un po’ di anni l’indirizzo del’istituto, ha subito una riduzione di nuove iscrizioni ad un’importante figura professionale nel mondo del turismo. Spesso gli alunni scelgono di spendere i propri anni di studio, verso la cucina e la sala per facili sbocchi di lavori, trascurando la fondamentale importanza dell’accoglienza.

La promozione e la conoscenza del proprio territorio diventa indispensabile per la scelta della propria meta turistica. Gli alunni delle classi seconde che hanno scelto l’indirizzo di Accoglienza sono stati invitati a seguire dalla Prof.ssa Orti Huelin Pilar un progetto di formazione guidato dall’esperto Prof. Guidato Michele dal titolo il Parco: Se lo conosci, lo curi. La finalità è quella di acquisire consapevolezza della ricchezza del proprio territorio facendolo proprio e adoperandosi per la sua difesa e salvaguardia, promuovendo e incentivando un turismo solidale e sostenibile. L’obiettivo principale quello di conoscere il Parco Nazionale del Gargano in tutte le sue caratteristiche storico, artistico, ricreativo e sportivo.

Il Parco Nazionale del Gargano è un’area naturale protetta istituita dalla legge n. 394 del 6 dicembre 1991 che interessa 18 comuni: Cagnano Varano, Carpino, Ischitella, Isole Tremiti, Lesina, Mattinata, Peschici, Manfredonia, Vieste, Monte Sant’Angelo, Rignano Garganico, Rodi Garganico, San Giovanni Rotondo, San Marco in Lamis, San Nicandro Garganico, Vico del Gargano, Vieste, Apricena/Serracapriola

Il Parco Nazionale del Gargano racchiude in poca estensione una vasta biodiversità spaziando tra gli habitat più diversi che compongono la natura del Mediterraneo. Queste caratteristiche delineano una considerevole diversità di fauna. Mare, boschi, laghi e zone umide si alternano a borghi e centri storici dove si respira un’atmosfera autentica e pregna di devozione, grazie agli antichi santuari che hanno fatto di questa zona un crocevia di culti e di culture. Questa è la guida ideale per presentare il nostro territorio al mondo turistico, per passeggiare tra le orchidee spontanee, per respirare aria pulita ed incontaminata nel polmone verde della Foresta Umbra, per ammirare la meravigliosa costa calcarea, per individuare alcuni esemplari tra i tanti uccelli che nidificano a ridosso dei laghi. Il Parco Nazionale del Gargano è un caso emblematico di natura antropizzata e mistica dove San Michele Arcangelo e San Pio vigilano e custodiscono i propri tesori di una terra preziosa.

prof.ssa Tiziana Vescera

Condividi:




Link vai su