Ultima modifica: 18 Gennaio 2020

La stampante 3D per alimenti, per una scuola sempre all’avanguardia

La stampante 3D per alimenti è la grande novità che l’IPEOA “Enrico Mattei” di Vieste sta presentando in questi giorni n occasione dell”orientamento. Non è un forno, non è quindi in grado di cucinare, ma realizza forme usando i più disparati ingredienti sia per dolci che per piatti salati. E’ utilizzata soprattutto in ristoranti e pasticcerie di prestigio. L’Istituto Alberghiero di Vieste è il primo in Puglia, tra i primissimi in Italia, a dotarsi di questa apparecchiatura così innovativa.

L’acquisto della stampante 3d per alimenti rientra nel lavoro di adeguamento tecnologico che l’IPEOA “Mattei” svolge costantemente per mettere a disposizione dei propri studenti le più innovative strumentazioni presenti nel mondo della ristorazione e dell’accoglienza turistica; di recente, infatti, sono stati acquistati anche dei piani cottura ad induzione che garantiscono maggiore sicurezza agli utilizzatori, e un sistema di telecamere e televisori per permettere una più comoda visione agli studenti della spiegazione svolta dal docente. Non solo: le sale della ristorazione sono state equipaggiate di palmari per la raccolta delle ordinazioni in modo elettronico mentre al front-office è stato installato un apparecchio che simula il pagamento con la carta di credito; il tutto per azzerare il gap che separa il mondo della scuola da quello del lavoro.

Sabato 18 gennaio dalle 16:00 alle 19:00 e domenica 19 dalle 10:00 alle 13:00 si svolgerà l’Open Day per far conoscere le attività che si svolgono all’IPEOA “Enrico Mattei”, gli ambienti di studio, le strumentazioni utilizzate e il convitto, vero fiore all’occhiello dell’Istituto, in grado di ospitare studentesse e studenti provenienti da fuori Vieste.

Contenuto bloccato, accetta i cookie per visualizzare il contenuto
Condividi:




Link vai su