Ultima modifica: 18 Ottobre 2021

Erasmus+: si torna a viaggiare sulle note del sirtaki

Dal 3 al 9 ottobre 2021, nell’ambito del progetto Erasmus+ Project “NO TO VIOLENCE AND DISCRIMINATION” io (Valeria Pellegrino), Laura Gentile, Erica Granatieri, Alessandro Martorelli, Simone Valente e Diego Guerra, accompagnati dai docenti Valeria Carbone e Vincenzo Romano siamo partiti per la Grecia.

All’aeroporto di Atene abbiamo incontrato per la prima volta i nostri compagni d’avventura, provenienti da varie parti del mondo, tra cui Turchia, Romania e Polonia. Dopo la prima chiacchierata ci siamo diretti verso l’albergo a Tebe e, stanchi a causa di un lungo viaggio, abbiamo passato la serata in hotel. La mattina seguente vi è stato l’incontro con i ragazzi del posto, i quali sono stati molto accoglienti e con le loro risate e complimenti ci hanno fatti sentire a casa dal primo istante.

Dopo esserci presentati ci siamo riuniti nell’auditorium della loro scuola per presentare un lavoro sugli “stereotipi” presenti nelle varie nazioni, realizzato prima della partenza. Come ulteriore benvenuto hanno danzato per noi con i loro balli tipici, facendoci conoscere anche le loro canzoni tradizionali.

Nei giorni successivi abbiamo svolto molte attività interessanti, stimolanti e divertenti che ci hanno dato l’opportunità di relazionarci, confrontarci meglio, approfondire le nostre conoscenze verso altre culture e migliorare il nostro lessico inglese. Un laboratorio teatrale ci ha segnati particolarmente: quello in cui siamo stati chiamati a metterci nei panni dei deportati di oggi che subiscono ogni sorta di angherie prima di divenire rifugiati in terra straniera. Per alcuni versi un’esperienza lacerante! Abbiamo visitato città e musei affascinanti per storia e cultura, in particolare il Partenone di Atene, un posto magnifico sia dal punto di vista panoramico, ma anche per la riscoperta delle radici della nostra civiltà italica.

La sera abbiamo avuto del tempo libero da passare tra di noi, spesso siamo andati a cena insieme, assaggiando così anche il cibo della tradizione culinaria greca.

L’ultima sera vi è stata la festa di “addio” organizzata dal team greco in un locale bellissimo, abbiamo mangiato e ci siamo scatenati su melodie internazionali, è stata la serata più divertente fra tutte ma anche un po’ malinconica. Arrivato il momento dei saluti ci siamo tutti emozionati perché non volevamo che quest’esperienza finisse, in soli sei giorni si è creato un rapporto di intensa e duratura amicizia perché, nonostante le distanze, grazie ai social siamo ancora in contatto e ci sentiamo appena possibile.

È stata un’esperienza bellissima che sicuramente non dimenticheremo mai, per questo vogliamo ringraziare il nostro Istituto per averci dato questa opportunità, ma in particolare vogliamo ringraziare i nostri professori, che si sono messi fin da subito a completa disposizione, facendoci sentire parte di loro, aiutandoci ogni qual volta avessimo riscontrato delle difficoltà.

Valeria Pia Pellegrino (IV SALA A)

Condividi:




Link vai su Skip to content